Rimedi mal di gola

Raucedine, nodo alla gola, difficoltà a deglutire: sono i sintomi più comuni di uno fra i fastidi più diffusi di cui si tende a soffrire, specie nella stagione invernale. Il mal di gola è una patologia causata da un’infiammazione, quasi sempre a sua volta causata da virus, alle vie respiratorie superiori (faringite), e può essere combattuta con successo grazie ad alcuni semplici ed efficaci rimedi. Si tratta, di solito, di un malessere di tipo acuto, che si risolve spontaneamente nel giro di pochi giorni, anche se le forme batteriche (faringite da streptococco) tendono a essere più aggressive, causano febbri reumatiche e tendono a estendersi con facilità ad altri organi.
Rimedi mal di gola

Cause

I fattori che più espongono al mal di gola sono di tipo ambientale: sbalzi di temperatura (più del freddo in sé e per sé), ambienti poco ventilati, chiusi, troppo riscaldati o con l’aria condizionata. Possono facilitare l’insorgenza del mal di gola anche il fumo di sigaretta, l’abuso di alcol, l’inquinamento atmosferico e, più in generale, un sistema immunitario indebolito.

Sintomi

In linea di massima è accompagnata da raffreddore, e si manifesta con tosse (secca o grassa, secondo la malattia che la scatena), dolore e una sensazione di bruciore, prurito e nodo alla gola: si arrossano le mucose e si ingrossano tonsille e linfonodi del collo. Spesso compaiono le caratteristiche placche; a volte il dolore può estendersi alle orecchie e, soprattutto nelle infezioni batteriche, può salire la febbre. Quando il mal di gola è cronico, il dolore si manifesta nelle fasi di riacutizzazione, e si ha solamente un abbassamento della voce.

Da sapere

Le cure contro il mal di gola sono quasi esclusivamente sintomatiche: quando è di natura virale, l’infezione tende a passare da sé e va soltanto controllata per alleviare i sintomi più fastidiosi. In linea di massima, per combattere la disidratazione dovuta all’infiammazione, soprattutto quando c’è la febbre, è opportuno bere molto e mantenere opportunamente umidificato l’ambiente. Per facilitare la guarigione è consigliabile inoltre restare a riposo, possibilmente a letto. Si può ricorrere, possibilmente dietro consiglio medico, anche a farmaci analgesici e antinfiammatori, e in caso di febbre possono essere utili gli antipiretici. Alcuni di questi farmaci sono associati alla vitamina C, per stimolare il sistema immunitario a svolgere la propria funzione. Come abbiamo detto, però, si tratta di terapie esclusivamente sintomatiche: spesso il mal di gola è più che altro un sintomo di un’altra patologia in corso, tipicamente l’influenza . Identificare la causa è particolarmente importante nelle forme croniche, oppure se si sospetta un’infezione batterica, nel qual caso è essenziale seguire un ciclo di antibiotici, soprattutto per scongiurare complicazioni ben più gravi per la propria salute.

Non è però solo con questi farmaci che possiamo ottenere risultati concreti: come anticipato, spesso il mal di gola può essere controllato semplicemente alleviandone i sintomi con i giusti accorgimenti. La prevenzione, come spesso accade, è la migliore cura. Esistono diversi metodi per creare un ambiente ostile ai germi che causano l’infiammazione, prevenire l’insorgenza di molte malattie e, più in generale, salvaguardare il benessere del proprio corpo; prestare attenzione alla propria alimentazione (mangiare molta frutta e verdura e preferire cibi leggeri aiuta sempre il processo di guarigione del corpo), umidificare gli ambienti chiusi, mantenere un costante ricambio d’aria in casa, ma anche disinfettare la gola per limitare o bloccare del tutto la proliferazione dei germi, attraverso l’uso di appositi colluttori ad azione disinfettante. Esistono, in questo senso, svariati rimedi naturali, facilmente disponibili in farmacia, che garantiscono effetti benefici: spezie, erbe, radici e sostanze naturali come la propoli sono spesso dotate di proprietà antisettiche e/o immunostimolanti riconosciute anche dalla scienza. Si possono assumere sotto forma di bevande come tisane e infusi, oppure suffumigi e “rimedi della nonna” in grado di portare sollievo immediato ai sintomi più fastidiosi. Di seguito, una breve panoramica.

Propoli: una sostanza prodotta dalle api, disponibile in farmacia sotto forma di spray, gocce o caramelle, la propoli è solitamente definita “antibiotico naturale”, per via della sua efficacia contro i germi con i quali entra in contatto. Le api stesse, infatti, la utilizzano per sterilizzare le cellette dell’alveare in costruzione. Alle giuste concentrazioni, è in grado di dare immediato sollievo ai sintomi del mal di gola, e stimolare l’azione del sistema immunitario.

Miele: in maniera simile alla propoli, anche il miele è una sorta di antibiotico naturale contro i germi. Anch’esso potenzia le difese immunitarie, e può diventare un efficace “sciroppo” lenitivo, specie se miscelato con altri elementi come il succo di limone, l’anice (efficace contro la tosse) o i chiodi di garofano. Particolarmente efficace è il miele di eucalipto, una pianta il cui olio essenziale è noto per avere effetti balsamici e lenitivi.

Aceto: uno dei più comuni alimenti utilizzati in cucina, l’aceto di mele è dotato di ottime proprietà disinfettanti e cicatrizzanti. È molto efficace, non solo contro il mal di gola, ma soprattutto come “ingrediente” per i gargarismi.

Timo: non è solo un’ottima spezia, ma anche una pianta officinale dotata di proprietà antisettiche, antiossidanti e antibatteriche. Gli infusi e gli sciroppi a base di timo sono molto efficaci contro il mal di gola. Se combinato con il propoli, gli effetti benefici si amplificano e la guarigione è ancora più veloce.

Cannella: nota spezia ricavata dalla corteccia dell’omonimo albero, anche la cannella è dotata di proprietà antiossidanti e antisettiche. Un cucchiaino disciolto nel miele o in un bicchiere d’acqua tiepida può dare grandi benefici contro il mal di gola.

Zenzero: questa radice ha proprietà simili a quelle dei comuni antinfiammatori. È efficace soprattutto come base per una tisana o un infuso, oppure addolcito (dato il suo gusto leggermente piccante) con un pizzico di miele.

Liquirizia: pianta dalle molteplici proprietà, è ottima soprattutto come rimedio contro la tosse. La radice di liquirizia può essere usata, a questo scopo, come base per decotti e infusi. Va prestata, in questo caso, particolare attenzione: è infatti da evitare per i soggetti ipertesi o per le donne in gravidanza, a causa dei suoi effetti sulla pressione sanguigna.

La lista non si esaurisce qui: la natura ci offre, in effetti, numerose altre sostanze in grado di agire contro il mal di gola, senza contare che in alcuni casi può bastare una tazza di latte caldo per lenire il bruciore. È comunque opportuno non prendere sottogamba i sintomi e non affidarsi esclusivamente a questo tipo di rimedi. Ci sono segni che vanno tenuti in particolare considerazione: se si hanno grosse difficoltà respiratorie, se il mal di gola è ricorrente, non guarisce entro quattro o cinque giorni, se la febbre è troppo alta o se si sospetta un’infezione di origine batterica, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico di fiducia.
Torna Su